Umberto Curi

Umberto Curi - Filosofo

Umberto Curi è professore ordinario di Storia della Filosofia e Direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerche in Storia e Filosofia delle Scienze presso l’Università di Padova.

Assistente ordinario alla cattedra di Storia della Filosofia a partire dal 1970, libero docente in Storia della Filosofia moderna e contemporanea nel 1971, e poi professore incaricato della stessa disciplina a partire dall’ a.a. 1971-1972 e fino al 1980, quando è nominato professore associato.

Dal 1986 è ordinario di Storia della filosofia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Padova. E’ stato anche professore incaricato di Filosofia della scienza presso la stessa Facoltà fra il 1987 e il 1991.

Visiting Professor presso le Università di Los Angeles (1977) e di Boston (1984), ha tenuto lezioni e conferenze presso le Università di Barcellona, Bergen, Berlino, Buenos Aires, Cambridge (Massachussets), Cordoba, Lima, Lugano, Madrid, Oslo, Rio de Janeiro, San Paolo, Sevilla, Vancouver, Vienna.

E’ membro del Comitato scientifico dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli e del Consiglio Scientifico del Centro di Ecologia Umana dell’Università di Padova. Dal 1985 al 1995 è stato membro del Consiglio direttivo della Biennale di Venezia. Ha diretto per tre anni il progetto televisivo “Mondo3” per Rai Educational. E’ condirettore della rivista “Paradosso” (editrice Il Poligrafo) e membro del Consiglio direttivo della rivista internazionale di filosofia “Iris”.

Ha pubblicato circa 40 volumi. Fra le sue numerose pubblicazioni, Endiadi. Figure della duplicità e La cognizione dell’amore. Eros e filosofia (entrambi presso Feltrinelli, 1995 e 1997), Pensare la guerra. L’Europa e il destino della politica, Dedalo, Bari 1999; Polemos. Filosofia come guerra e La forza dello sguardo (presso Bollati Boringhieri, 2000 e 2004); Filosofia del Don Giovanni (Bruno Mondadori, 2002); Variazioni sul mito: Don Giovanni (Marsilio, Venezia 2005); Miti d’amore. Filosofia dell’eros, Bompiani, Milano 2009 (tr. spagnola, Siruela, Madrid 2010).

Ha dedicato numerosi saggi ed alcuni volumi all’analisi del sistema politico italiano: La politica sommersa. Il sistema politico italiano tra terrorismo e massoneria, Franco Angeli, Milano 1989; Lo scudo di Achille. Il PCI nella grande crisi, ivi, 1990; L’albero e la foresta, ivi 1991; La Repubblica che non c’è, ivi 1992; Terrorismo e guerra infinita, Città Aperta, Enna 2007.

Ai rapporti fra cinema e filosofia ha dedicato quattro volumi: Lo schermo del pensiero (Raffaello Cortina, 2000), Ombre delle idee (Pendragon 2002), Un filosofo al cinema (Bompiani, 2006), L’immagine-pensiero (Mimesis, 2009).

Il libro pubblicato presso Bollati Boringhieri,  nel 2008, dal titolo Meglio non essere nati. La condizione umana tra Eschilo e Nietzsche, ha vinto il premio nazionale Capalbio per la filosofia 2009. Col volume Straniero (Raffaello Cortina, Milano 2010) ha vinto il Premio nazionale Frascati di filosofia 2011. Nel prossimo mese di ottobre uscirà in libreria il suo volume più recente: 
Via di qua. Imparare a morire, Bollati Boringhieri. Collabora come editorialista al “Corriere del Veneto” e ad altri quotidiani e periodici nazionali.
Comments