News‎ > ‎

Giornata Mondiale Hospice Marche

pubblicato 21 set 2011, 06:42 da Hospice Time
   Giornata Mondiale per l'Hospice e le Cure Palliative 2011 - Marche 



La Giornata Mondiale per l’Hospice e le Cure Palliative sarà commemorata in tutto il mondo così come nelle Marche

La Giornata Mondiale per l’Hospice e le Cure Palliative, organizzata dalla Worldwide Palliative Care Alliance, è un evento di azione unificata per diffondere e sostenere il Movimento Hospice e la pratica delle Cure Palliative in tutto il mondo. 

Per promuovere la Giornata Mondiale dell’Hospice e delle Cure Palliative 2011 
(8 ottobre 2011), migliaia di persone in oltre 80 paesi si riuniranno in più di 1.000 eventi per commemorare, incentivare e far conoscere la filosofia dell’Hospice e delle Cure Palliative. 

Nelle Marche, a Loreto e a Recanati, si realizzeranno oltre 10 eventi: dalla Messa nella Basilica di Loreto in suffragio alle persone che hanno vissuto l’ultima fase della loro vita in un hospice residenziale o domiciliare alla Tavola Rotonda con il filosofo Umberto Curi; dalla lettura drammatica della Lettera sulla Felicità di Epicuro alla lezione inaugurale di Inglese Strumentale “English for Hospice”; dalla presentazione dei Percorsi di Formazione Interdisciplinare per le Cure Palliative all’inaugurazione del servizio Biblioteca Itinerante Hospice; dall’apertura dell’Incontro di Sensibilizzazione Pubblica “Vivere Bene e Morire Bene” alla presentazione del sito Hospice Time; dal dibattito con gli studenti dei Licei di Recanati alla formazione di gruppi di auto mutuo aiuto per l’elaborazione del lutto. 

La Giornata Mondiale per l’Hospice di quest’anno coincide con l’evento biennale Voci per l’Hospice, che consiste nella realizzazione simultanea in tutto il globo di concerti musicali, di letture ad alta voce di poesie, testi drammatici, letterari o filosofici, con una duplice finalità: raccogliere fondi per finanziare progetti a favore del Movimento Hospice e per sensibilizzare il pubblico sulle Cure Palliative. 

La tematica del 2011 è “Molte malattie, molte vite e tante voci – le cure palliative in condizioni di non trasmissibilità”. 
L’argomento di quest’anno focalizza la questione di come le persone con patologie non infettive possono usufruire delle cure palliative. Le infermità non contagiose (malattie cardiovascolari, neoplasie, patologie croniche respiratorie, diabete) sono responsabili per oltre il 60% dei decessi in tutto il mondo. Si stima che le patologie non infettive aumenteranno del 17% nei prossimi 10 anni. 

Mentre più di 100 milioni di pazienti e loro assistenti avrebbero bisogno di cure palliative, soltanto 8% di loro effettivamente le ricevono. Per questa ragione, l’Associazione Interdisciplinare Ponte Blu e il Movimento Hospice Time incoraggiano altre organizzazioni impegnate nella diffusione del Movimento Hospice e delle Cure Palliative a farsi sentire e ad unire gli sforzi per costruire un mondo nel quale tutti avessero il diritto di morire liberi dal dolore e dalla disperazione. 

L’ex Presidente dell’Irlanda, Mary Robinson, ha detto che “non è accettabile che gli ultimi mesi o gli ultimi giorni di una persona siano inutilmente difficili quando le cure offerte dall’hospice permetterebbero alle madri o ai padri, alle figlie e ai figli di vivere con dignità fino alla fine. Elton John considera che “l’accesso alle cure ricevute in hospice, quando qualcuno affronta una malattia terminale, è un diritto umano” e Bono ribadisce che “l’hospice è una benedizione che tutti dovrebbero poter ricevere”. 

Contatti: 

Ayres Marques Pinto 
ayresmarques@gmail.com 

Dott. Alessandro Gambini 
gambini.a@libero.it 

Dott. Giampiero Silenzi 
giampierosilenzi@gmail.com 

Dott.ssa Anna Bottaccio 
annaprendilaluna@gmail.com
Comments